top3.jpg
Home news LEGGERE LE MONTAGNE 2017

LEGGERE LE MONTAGNE 2017

COMUNICATO STAMPA DEL 23 NOVEMBRE 2017

Il Bacino Imbrifero Montano dell’Adda (BIM) ancora in prima linea per “Leggere le Montagne” della Convenzione delle Alpi: undici giornate di eventi gratuiti per celebrare la Giornata Internazionale della Montagna.

L’ “International Mountain Day” ideato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per creare consapevolezza sull’importanza delle montagne, viene celebrato in tutte le Alpi grazie all’iniziativa della Convenzione delle Alpi “Leggere le Montagne”, con la finalità di promuovere la cultura alpina.

La Convenzione delle Alpi, nell’ambito di "Leggere le Montagne", prevede infatti l’organizzazione, in varie località alpine, di eventi e la lettura e discussione di testi per la valorizzazione del patrimonio culturale alpino.

Il Bacino Imbrifero Montano dell’Adda (BIM) per il terzo anno consecutivo domina la scena in Valtellina, nell’ambito di questa iniziativa di caratura internazionale, promuovendo la cultura alpina per ben undici giornate di eventi, tutti gratuiti.

leggere le_montagne750_2

Testo ispiratore dell’evento di quest’anno sarà il libro “La nuova vita delle Alpi” di Enrico Camanni. Un libro che serve come riflessione sul processo alpino di autoconsapevolezza verso una valorizzazione delle risorse naturali alpine, degli antichi saperi ad esse correlati e della rivisitazione degli stessi in uno sviluppo economico sostenibile e rispettoso del territorio. Le Alpi si trovano ad un bivio: diventare una “provincia” della pianura, un parco-museo ad uso dei cittadini, oppure inventare e sperimentare un modello di sviluppo che sappia conciliare la difesa dell’ambiente con le ragioni dell’economia, la specificità alpina col turismo, la tradizione con la modernità. Il libro propone una nuova trasformazione non regressiva.

Gli antichi saperi sviluppatisi e delineatisi nell’arco di secoli possono infatti essere riferimento costante anche per lo sviluppo di una nuova economia alpina sostenibile che preveda un’innovazione applicata alle aree rurali ed alle produzioni di cibo di qualità.

Le risorse naturali e le antiche tradizioni vengono così recuperate in nuovi modelli di sviluppo economico che consentono la preservazione dell’ambiente alpino, il tramandarsi del patrimonio culturale e la generazione di nuove forme di produttività rispondenti alla attuali necessità.

In linea con la scelta testuale, per ben undici giorni, dall’1 all’11 dicembre, il Bim Adda, col patrocinio dei Comuni di Sondrio, Berbenno, Castello dell’Acqua, Morbegno, Tirano e Tresivio, propone iniziative – tutte gratuite - volte alla valorizzazione delle risorse ambientali, delle eredità culturali e delle tradizioni alpine, seppur rivisitate, quali risorse economico-produttive, di riqualificazione e preservazione del territorio.

In particolare il BIM Adda propone quest’anno la seguente serie di eventi gratuiti:

- l’1 ed il 2 dicembre, percorsi guidati da accompagnatori CAI - per scolaresche e adulti – di visita al territorio alpino e ad alcune interessanti realtà produttive alpine in Valtellina quali le fattorie didattiche, sociali e creative (la fattoria didattica, sociale e creativa LUNALPINA di Nadia Lotti a Castione Andevenno e la fattoria didattica e creativa Mieleria Moltoni di Renata Parolo a Villa di Tirano) e le aziende agricole biologiche Agneda, Dirupi e Franchetti;

- sempre l’1 ed il 2 dicembre, visite guidate ed esperienze di macinatura di cereali al Mulino della Ghelfa del Comune di Berbenno ed al Mulino El Zata Ca’ l’Albert del Comune di Castello dell’Acqua;

- dall’1 all’11 dicembre, una mostra multisensoriale, presso la Sala delle Acque del Bim Adda a Sondrio, in collaborazione con l’Associazione Culturale Il Viale della Formica. Un percorso di suoni, voci e suggestioni olfattive della cultura contadina, descrittiva delle attività produttive alpine tradizionali nell’avvicendarsi delle stagioni, con una rivisitazione artistica degli oggetti contadini, con le opere dell’archeo-scultore MeRa;

- l’11 dicembre, una serata di riflessioni e letture dal libro “La nuova vita delle Alpi”. A seguire un dibattito sui nuovi modelli di sviluppo socioeconomico alpino sostenibile con l’autore del libro Enrico Camanni – invitato dal Parco delle Orobie Valtellinesi - e con testimoni rilevanti del settore.

La serata proporrà anche un concerto del Coro Cai, un ricco buffet offerto da Ersaf con prodotti arricchiti delle farine macinate presso i mulini durante gli itinerari e la possibilità di visitare la mostra Passi di Memoria in fascia notturna.

Il Bim Adda ancora una volta si fa promotore della cultura alpina ed ancora una volta spinge ad una riflessione, lancia una sfida: gli antichi mestieri, le antiche modalità di sfruttamento delle risorse naturali, possono oggi essere riportati in auge con una nuova veste, sempre in armonia con la natura e nel pieno rispetto del territorio alpino, attraverso nuovi modelli socioeconomici vocati al turismo ed all’agroalimentare, grazie all’azione delle comunità locali?

Per informazioni e prenotazioni telefonare al Bim Adda allo 0342 213358 o scrivere a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

LOCANDINA EVENTO pdf
DEPLIANT EVENTO pdf

leggere-le-montagne-2017-1 264 leggere-le-montagne